Chiesa di San Francesco

La chiesa fu fondata intorno alla metà del ‘200 da San Francesco, che proprio in quegli anni soggiornò a Massa Marittima per promuovere la formazione di un primo nucleo di frati dell’ordine.
La struttura della chiesa, annessa ad un convento, è estremamente semplice, in stile gotico con navata unica e arconi di sostegno ogivali e originariamente si trovava all’interno delle mura cittadine. L’esterno era caratterizzato da grandi finestre a sesto acuto. La chiesa ha subìto molti rifacimenti, soprattutto a causa di cedimenti del terreno dovuti a terremoti, e la navata fu ridotta nel 1529 e più volte nel XVIII e XIX secolo.
Oggi, della struttura originaria, rimane solo parte dell’abside e una parte della navata, mentre all’interno si trova il sepolcro di Bindoccio, figlio di Margherita Aldobrandeschi e Nello Pannocchieschi (sposato in prime nozze con la Pia dei Tolomei). Alcuni dipinti seicenteschi di Raffaello Vanni si trovano in prossimità dei tre altari.